Sfilata storica

Questa sera vi parlerò della storica sfilata in costumi medioevali, che rievoca il matrimonio tra il Cavaliere di ventura Francesco Sforza, con Bianca Maria Visconti, di 20 anni più giovane di Lui.

Il matrimonio fu celebrato per mettere fine a contenziosi che sorgevano tra provincie confinanti.

Il matrimonio rievocato oggi ha avuto inizio a Milano e gli sposi, in treno, sono giunti a Cremona, dove il nostro sindaco Dott. Galimberti ha celebrato il matrimonio.

Prima di giungere alla cerimonia, un regale corteo ha percorso le vie della città con la partecipazioni di gruppi figuranti provenienti dalle vicine zone limitrofe.

Sbandieratori, pifferai, tamburini, tutti quanti in costumi rappresentanti l’epoca fine 1400.

P1130038 P1130039 P1130040

Ora segue il corteo

foto0329   foto0330 foto0327 foto0323

Ed infine ….. GLI SPOSI…..

 foto0331  foto0332

Con questo corteo la “Grande festa del Torrone” di Cremona è terminata, ci si riorganizzerà il prossimo anno. La data prevista è dal 24 ottobre al 1° novembre.

Arrivederci.

 

I nuovi bloggers

La festa del torrone di Cremona, ha dato la possibilità ad un gruppetto di persone over……. anta, appassionati di computer, di apprendere nozioni sulla creazione di blog, in questo caso, l’argomento è “Il TORRONE” .

Questi intraprendenti ex-giovani sono stati premiati durante una delle fasi della festa. Ecco a voi

P1130016

Giuseppe, Giancarlo, Lella e Rosalinda, insieme agli insegnanti Federica e Giovanni e alla presentatrice.

Fotografie

Sta per concludersi la “Grande festa del Torrone” che ha visto in campo numerosi stands con i più svariati dolci di ogni tipo e gusto. Primeggia tra tutti il nostro TORRONE, parlo del torrone Cremonese, rappresentato dalle sue tre famose ditte Sperlari, Vergani e Rivoltini, che ogni anno competono per la ricerca di nuovi gusti e creatività.

Dalla stecca di torrone, alla torta, al torrone a forma di violino, ai torroncini ecc, ecc.

Alcune foto

P1130003 P1130004 P1130021

La ditta Sperlari con uno dei tanti stand presenta la lavorazione del torrone e i suoi ingredienti: mandorle, zucchero, miele, albume d’uovo

P1130009 P1130010

Incontri

 

Sempre  passeggiando tra la numerosa folla giunta in Cremona da diverse località vicine, mi sono imbattuta in due personaggi un po’ particolari, che nulla avevano a che fare con la festa del torrone, ma che si notavano in mezzo alla lunga sfilata delle  bancarelle.

P1120872

 

Si tratta di due simpatici “artisti” di Bienno un Borgo Medioevale sito in Val Camonica. In questo borgo, il sindaco offre ospitalità e una botteguccia il tutto gratuito,  a giovani artisti , che vogliono esprimersi nelle loro qualità artistiche e che desiderino portare avanti e mantenere le tradizioni del paese
Troviamo quindi Lucio Avanzini, che intreccia cesti con rami di salice. La sua bottega si chiama ” Cà de le bote e de la stropa”.

Ca de le bote significa “delle storie” perché Lucio conosce molte storie delle famiglie  del paese, e intanto che intreccia rami di salice, le racconta ai presenti nella sua bottega.

Conosco pure Patrizia Tigossi, anch’essa ha una atelier in Bienno, e si diletta nell’arte degli origami, piccole sculture fatte con la carta. Mi offre un pennello, con sopra un fiore di carta, che rappresenta un giglio.     

P1120873

In Bienno, nel passato, tutta l’attività artigianale girava attorno ad un mulino, ecco perché la presenza di un mulino in miniatura. L’acqua metteva in funzione antichi macchinari e bravi fabbri  lavoravano il ferro . Così come cadendo sulle pale di un mulino,  permetteva la macina di cereali.

P1120876P1120874

 

Il Tesoro di Cremona

Girando  tra gli stand presenti per la festa del torrone,  ho ideato il seguente componimento,  sulla metrica del  “Giuramento di Pontida”.     

   Il tesoro di Cremona 

L’han mangiato! li visti a Cremona            L’han mangiato. Non tutti lo sanno

arrivati anche assai da lontano                      fu alle nozze di nobili sposi

L’han mangiato e gustato pian piano         importanti ma molto golosi

Il TORRONE di questa città.                                 che nei piatti il torrone trionfò.

Che tripudio di gusti e sapori                             O turisti che a casa tornate

c’è nell’aria un sottile profumo                       con in bocca il sapor del torrone

e per questo, è proprio sicuro, nessuno        raccontate ad altre persone

a mani vuote, da qui se ne andrà.                   la delizia di questa città.

Piemontesi, Emiliani , Toscani                     Tempo un anno e saremo daccapo

han trovato  a Cremona una festa                   altri gusti e sapori divini

dedicata a torrone, che resta                           però non vi scordate i violini

uno dei vanti di questa città.                           ed il loro museo qui in città

                                                              Ma……

                           se Stradivari, se Mina e Tognazzi

                          hanno resa famosa Cremona

                          il torrone, però è quella cosa

                         che una fama più…  dolce le dà.                                          

La festa del Torrone

festa del torrone

Sabato 15 novembre la “Festa del Torrone” è iniziata sotto uno scoscio di acqua battente.

Domenica 16, la presenza del sole, anche tiepido per la stagione, ha visto in Cremona la presenza di numerosissime persone.

Così, molto fiera del mio pass “over 65″ sono potuta infilarmi in mezzo alle numerose persone e scattare alcune foto agli stand più caratteristici. Solo a guardare quelle innumerevoli leccornie sono aumentata di due chili.

Continua a leggere